Speculoos cheesecake..e la "mia" salsa mou!

Ci sono alcune ricette che quando le prepari ti rendi già conto che saranno dei masterpiece. Certo, mettere insieme “cheesecake” e “speculoos” odora già di capolavoro. In più ci metti l’anima per preparare una sottospecie di mou che ti impazzisce due volte prima di trovare le quantità e le temperature giuste…e infatti la soddisfazione arriva quando sia gli amici che la family (pure il fratello, sempre un po’ scettico se si parla di roba speziata come gli speculoos) si scofanano l’intero capolavoro in un batter d’occhio…vabè, pochi discorsi, che cheesecake sia!
INGREDIENTI (per una teglia apribile di 23 cm di diametro)

  • 250 g di biscotti speculoos
  • 70 g burro fuso
  • 100 ml di panna fresca
  • 500 g di formaggio cremoso (meglio del Philadelphia non c’è niente!)
  • 125 g zucchero a velo
  • i semini di una bacca di vaniglia
  • 12 g gelatina in fogli
Per il mou:
  • 200 g zucchero
  • 100 ml panna fresca
  • 1/2 bicchiere scarso di acqua
Prima di tutto preparate il mou: in un pentolino con il fondo bello spesso, mettete lo zucchero e l’acqua. Fate scaldare a fuoco medio-basso senza mescolare, al massimo roteate il pentolino se vi sembra che ci sia dello zucchero sui bordi. Quando inizierà a scurirsi, tenetelo d’occhio perché non bruci, mescolate e lasciate cuocere finché non sarà bello colorato. Nel frattempo, scaldate la panna senza farla bollire, quindi quando il caramello vi sembra pronto toglietelo dal fuoco e aggiungete la panna mescolando bene e velocemente, attenzione perché se la panna non è calda o non mescolate bene viene fuori un pasticcio (lo dico per esperienza…..). Una volta che tutto sarà ben amalgamato lasciate raffreddare completamente. 
Suggerimento: se pensate di usarlo, preparatene di più, si conserva bene nei barattoli della marmellata!

E ora la cheesecake: frullate i biscotti per ottenere una sabbiolina, aggiungete il burro e mescolate. Mettete un foglio ritagliato con la forma giusta sul fondo della teglia, quindi coprite con i biscotti sbriciolati e schiacciate bene con le mani: il fondo dovrà essere bello spesso, gli speculoos devono sentirsi tanto mangiando la cheesecake. Una volta preparata la base, mettetela in frigorifero.
Per la crema, ammollate la gelatina in una ciotola di acqua fredda, quindi quando sarà morbida strizzatela e scioglietela in un cucchiaio di panna scaldata, quindi lasciate raffreddare. Montate il resto della panna, e aggiungetela al Philadelphia che avrete ammorbidito con un cucchiaio e mescolato con lo zucchero a velo e i semini di vaniglia. Unite anche la gelatina sciolta e amalgamate fino a ottenere una crema bella liscia.
Versate sul fondo di biscotti e rimettete in frigorifero per almeno due-tre ore.
Quando sarà bella soda, coprite o decorate (a seconda di quanto dolce la preferite) con la salsa mou, e servite dopo averla lasciata fuori dal frigo almeno una quindicina di minuti.

– ENGLISH VERSION –

SPECULOOS CHEESECAKE WITH CARAMEL SAUCE
INGREDIENTS:
  • 250 g speculoos biscuits
  • 70 g butter, melted
  • 125 g icing sugar
  • 100 ml double cream, whipped
  • 500 g cream cheese
  • 1 tsp vanilla extract
  • 12 g jelly (in layers)
for the caramel sauce:
  • 200 g granulated sugar
  • 1/2 a glass of water
  • 100 ml double cream
First, prepare the sauce: put the granulated sugar and the water in a pan, and let it heat gently without stirring. In the meantime, heat the cream. When the sugar mixture turns darker, stir until it becomes a golden caramel, then remove from the heat and add the heated cream, stirring (be careful, it’s the most difficult part of the preparation, if the cream is not hot enough or you don’t go on stirring, the mixture will become solid and won’t be useful anymore). When you’ll have obtained a smooth sauce, slightly lighter-coloured than caramel, let it cool down.
For the cheesecake base, crush the biscuits in fine crumbs and add the melted butter, you should obtain a mixture with the consistence of wet sand. Transfer the mixture in a cake tin covered with baking paper, and press well on the base with your hands or the back of a spoon (you should obtain a thick base, speculoos biscuits have a leading role in the recipe!), then put the tin in the fridge.
In a bowl, soften the cheese mixing it with the icing sugar, then add the vanilla extract. Soften the jelly layers in a bit of cold water, then squeeze it and melt it in a bit of heated cream (or milk). Let it cool down and add it to the cheese mixture, then add the whipped cream and mix well to obtain a very smooth cream.
Pour the cream on the biscuit base, and put in the fridge for at least 2-3 hours. Before serving, add the caramel sauce.

Ingegneri sull’orlo di una crisi di nervi.

No, non sono scomparsa.
Semplicemente gli esami si stanno avvicinando troppo velocemente e il mio cervello deve cercare di ricordare troppe informazioni, e purtroppo la cucina in queste settimane e’ solo un ricordo lontano (siano lodate le insalate, sarei morta di fame altrimenti).

Mi rimane ancora da comprendere del tutto la tecnica inglese per farti sostenere gli esami: quattro esami, COMPLETAMENTE DIVERSI, in poco piu’ di una settimana. Alla faccia di quelli che vanno in Erasmus per passare “facile” gli esami, nemmeno nei periodi piu’ bui studiavo cosi’ tanto. E di solito studio TANTO.

Comunque, non sia mai che per il compleanno dell’ennesimo compagno di Erasmus faccia mancare la torta. E visto che la ricetta della suddetta torta non e’ altro che una riedizione della cheesecake cocco-cioccolato (ma senza cocco e con il Toblerone fuso al posto del cioccolato…si’, chiamiamola schifezza inglese, ma il festeggiato pare abbia una passione maniacale per la suddetta barretta) che ha esaltato tutte le amiche internazionali, rimando alla ricetta gia’ postata per la versione italiana, mentre oggi mi lancio sulla prima english version di questa ricetta ormai ampiamente collaudata. Concedetemelo, sono gli ultimi sprazzi di english life 😉

TOBLERONE CHEESECAKE
INGREDIENTS (for a 23 cm diameter round tray)
  • 500-600 g (two packs) of Philadelphia
  • 1/2 pack Digestive biscuits
  • 2 eggs
  • 70 g melted butter
  • 2 tablespoons brown sugar
  • 3/4 cup sugar
  • 6 pieces of a big Toblerone
  • 5 pieces of a big Toblerone
Preheat the oven to 190C.
Prepare the crust by crushing the biscuits in fine crumbs, then add the brown sugar and the melted butter. Stir to obtain the consistence of wet sand. Put it in the tray and press evenly.
For the cream, soften the Philadelphia, then add sugar and stir well to make it fluffy. Add the eggs (one at a time!) and stir until completely incorporated. Crush 6 pieces of Toblerone and add them to the cream.
Pour the cream into the crust and put in the oven (medium height) for around 40 mins (check the consistence: it’s ready if, when shaking the tray, edges are set but the centre jiggles a bit).

When the cheesecake is cold, melt in the microwave the remaining 5 pieces of Toblerone, then spread it on the cheesecake and put it in the fridge for at least two hours.

Enjoy! 😉

Cheesecake ciocco-cocco..last minute!

La chimica organica mi distrugge. E, se non si fosse capito, mi impedisce di frequentare abbastanza spesso il blog. Ma prima o poi le vacanze arriveranno…e si sono accumulate troppe ricette da postare!
Nel frattempo, un post ultra-rapido per l’ennesima cheesecake. Come sempre, una volta fissata su una ricetta  la ripropongo in tutte le salse…in questo caso, una sperimentazione! Ebbene sì, la testa da ingegnere ha deciso di lasciarsi andare a un minimo di fantasia (i miracoli del Natale!) per mettere insieme un dolce durante un weekend di sci con gli amici, weekend che si è tenuto in appartamento privo di forno, logicamente. Di conseguenza, scelta ridotta a:
– tiramisù
– cheesecake 
e indovinate quale delle due ha vinto? 😉
Data la passione dei compagni per i simil-Bounty fatti in casa (lo so, devo postare la ricetta, ma le foto sono veramente brutte!) , mi è girato per la testa di provare a fare una cheesecake cocco-cioccolato,tanto per cambiare, e di fare tutto monoporzione, più per la mancanza di una teglia di dimensioni adatte che per una decisione presa di mia spontanea volontà. In ogni caso, il risultato è stato apprezzabile…in assenza di un dolce dell’ultimo minuto, questi secondo me vanno benissimo, sono super veloci da preparare e se anziché in frigorifero li fate raffreddare nel congelatore si solidificano giusti giusti nel tempo che impiegate per cenare (anche se vi assicuro che il giorno dopo rendono moooolto di più!).
Mettete il caso di avere degli ospiti dell’ultimo momento e nessun forno disponibile…….;)

Nota: la foto è della versione grande della cheesecake, è leggermente diversa come ricetta ma preferisco postare quella di partenza, che pur essendo il primo esperimento è venuta meglio…peccato che le piccole cheesecake siano scomparse prima di essere fotografate!



 CHEESECAKE SEMIFREDDA COCCO E CIOCCOLATO

INGREDIENTI

  • una confezione di biscotti Digestive 
  • 90 g burro fuso
  • 450 g Philadelphia
  • 200 g mascarpone
  • 250 g yogurt intero (bianco o al cocco)
  • 100 g zucchero a velo
  • 100 g cocco grattuggiato
  • 15 g colla di pesce
  • una tavoletta di cioccolato fondente
  • una noce di burro
Sbriciolare i biscotti con un frullatore (o se siete molto nervose come la sottoscritta ultimamente, pestarli violentemente con un batticarne, cercando di non buttarli ovunque..) e mescolarli al burro fuso freddo. Mettere il composto sul fondo di una teglia coperta di carta da forno (o come ho fatto io, di tanti pirottini di alluminio) e premere per compattarlo, quindi riporre il tutto in frigo. 
Nel frattempo, mettere la colla di pesce ad ammorbidire in un po’ di acqua fredda per una decina di minuti.
In una ciotola, amalgamare bene il mascarpone con lo zucchero, quindi aggiungere il Philadelphia e metà dello yogurt. Scaldare il restante yogurt in un pentolino, quindi strizzare la colla di pesce e scioglierla nello yogurt caldo. Una volta raffreddato il tutto, unire alla crema già preparata, aggiungere il cocco e versare la crema sul fondo di biscotti. Mettere a riposare in frigorifero o, se avete fretta, in freezer.
Per la copertura, sciogliere a bagnomaria il cioccolato con la noce di burro, e una volta fuso ricoprire la torta o le mini-tortine con uno strato uniforme, quindi mettere nuovamente tutto al fresco. 
E se magari la giornata gira male…giuro che come migliora-umore funziona alla grande!;)

Cheesecake Love

A me tutta questa corsa al Natale fa venire l’ansia. E sia chiaro che l’atmosfera natalizia, il comprare i regali, le luci, l’aria di festa…sono cose che amo alla follia. Però sarà che a casa mia prima dell’Immacolata è sempre stato VIETATO anche solo parlare di fare qualcosa che somigliasse a un albero di Natale, ma io ormai sono regolata almeno almeno sul 10, giorno più giorno meno, per iniziare a pensare natalizio. Quest’anno invece mi trovo già circondata da chilometri di luminarie, in entrambe le città che frequento, gente impazzita che corre ovunque a cercare regali…in una parola, calma! Vale davvero la pena di trasformare una festa in uno stress? 
Premesso tutto ciò, domenica ho deciso di preparare una torta che per me non fa assolutamente Natale. Sì, nella mia mente contorta ci sono torte da inverno, torte da estate, e via dicendo…comunque, quando con il fratello super cuoco si è deciso di preparare il pranzo domenicale (e a me ovviamente è stato affidato solo il dolce, per la parte salata si è preso tutta la responsabilità lui…che presto o tardi potrebbe anche condividere le sue ricette ;)), la prima proposta che mi è venuta in mente è stata la mia torta estiva preferita. Ok, forse una delle mie torte preferite in assoluto, siamo onesti, amo la cheesecake. Tantissimo. Ma chiudiamo la parentesi, è meglio. Comunque, la proposta è stata accolta con un entusiasmo inaspettato, e una volta messi madre e fratello di fronte alla scelta: cheesecake semifreddo o cotto? Ancora più inaspettatamente la risposta è stata la seconda. Perciò, è partita la produzione di una New York Cheesecake (con qualche piiiiccola modifica alla ricetta originale) preparata la sera prima per farla riposare bene, coperta con panna acida e una salsina ai lamponi……diciamo che ho preferito lasciare a casa quella poca rimasta per evitare di buttarmici di testa durante la notte. E c’è da dire che anche la famiglia ha apprezzato non poco…;)
Enjoy!
NEW YORK CHEESECAKE 
INGREDIENTI (teglia rotonda da 23 cm di diametro):
  • 1 confezione di biscotti Digestive
  • 90 g di burro
  • 500 g di Philadelphia
  • 100 g di ricotta
  • 100 ml di panna da montare
  • 100 g di zucchero
  • 3 uova
  • 20 g di fecola di patate
  • succo di 1/2 limone
  • semi di 1/2 bacca di vaniglia
per la copertura:
  • 250 ml di panna
  • succo di 1/2 limone
  • 2 cucchiai di zucchero a velo
per la salsa:
  • una confezione di lamponi
  • mirtilli q.b.
  • 3 cucchiai di zucchero a velo
Preparate il fondo della torta: sbriciolate i biscotti con un frullatore e mescolateli con il burro fuso, fino a ottenere un composto umido e sabbioso. Sistemate sul fondo della teglia (possibilmente apribile) uno strato di carta da forno, quindi coprite il fondo e per quanto possibile i bordi con il composto di biscotti, premendo bene per compattare il tutto. Mettete la teglia in frigo per una mezz’ora circa.
Per la crema, iniziate montando le uova con lo zucchero fino a farle diventare belle spumose. Aggiungete il formaggio e amalgamate bene, quindi unite i restanti ingredienti, fatta eccezione per la panna,e mescolate con una spatola finché la crema sarà liscia e omogenea. A parte, semimontate la panna (deve essere morbida!) e unitela alla crema mescolando dal basso verso l’alto. Una volta amalgamato il tutto, versatela nel guscio di biscotti che avevate sistemato in frigorifero e infornate nel forno caldo a 180° per una mezz’ora circa. Quindi, abbassate la temperatura a 150° e proseguite la cottura per un’altra mezz’ora.
Una volta pronta, lasciatela raffreddare completamente.
Preparate la panna acida montando la panna con lo zucchero a velo e il succo di limone, finché risulterà piuttosto compatta. Ricoprite la torta fredda con la panna, formando uno strato di circa mezzo centimetro. Mettete a riposare in frigo per qualche ora, meglio ancora se per tutta la notte.
Per la salsa ai lamponi, mettete in una padellina i lamponi con lo zucchero a velo e due cucchiai d’acqua, lasciandoli cuocere finché non si sfalderanno completamente. Quando avranno formato una poltiglia, versatela in un colino e filtratela con l’aiuto di un cucchiaio per ottenere una salsa liscia.
Subito prima di servire la torta, decoratela ricoprendola con la salsa ai lamponi e qualche mirtillo fresco.
Note:
– per la guarnizione, potete usare qualsiasi tipo di frutta, l’ideale è sceglierne un tipo un po’ acidulo per contrastare ila sensazione “grassa” data dal formaggio e  dal burro; potete anche scegliere se cospargere la torta con la salsa o, in alternativa, servirla a parte e lasciare che ciascuno si serva a piacere 🙂
– la libera scelta vale anche per il formaggio: il totale deve essere di 600 g (ammesso che usiate le dosi indicate per gli altri ingredienti), ma potete scegliere sia di usare l’intera quantità di Philadelphia (come vorrebbe la ricetta originale) sia di combinarlo con ricotta, yogurt denso, robiola o quello che preferite!