Frolla decorata!

Lo sentite il Natale che si avvicina sempre di più? Lo so che lo sentite, non fate finta di nulla!

Quindi andiamo avanti con la seconda ricettina natalizia, che poi in realtà se volete farla per il compleanno della zia o per il battesimo del nipote o per il solstizio d’inverno (del tipo, per festeggiare il fatto che da oggi si allunghino di nuovo le giornate, gioia e tripudio!) va bene ugualmente 😛

Una frolla buona buona e semplice semplice che è perfetta per questi biscottoni inzupposi (ciao Antonio ci manchi!) da glassare come volete, oppure da mangiare elegantemente con il vostro tè in queste giornate gelide. Insomma.. spazio alla fantasia (che detto da me..)!

IMG_7726

BISCOTTI DECORATI

INGREDIENTI (per circa 12 biscotti spessi, grandi quanto un palmo)

  • 1 tuorlo
  • 150g di farina
  • 75 g di burro
  • 40 g di zucchero a velo
  • un pizzico di sale
  • (facoltative) spezie o aromi vari

Con la punta delle dita “sbriciolate” il burro freddo con la farina e lo zucchero a velo (ed eventuali spezie, se volete aggiungerle) fino a ottenere una specie di sabbia bagnata. Aggiungete quindi il tuorlo e impastate il meno possibile, fino a ottenere un panetto. Schiacciatelo un po’, avvolgetelo nella pellicola e lasciate in frigo a riposare un’oretta.

– NB: se il tuorlo non fosse molto grande e doveste “sentire” la pasta troppo asciutta provate eventualmente ad aggiungere un pochino di albume, o un altro mezzo tuorlo –

Stendete la pasta mantenendola alta almeno 3-4mm, formate i biscotti e infornate (meglio se su una leccarda senza bordi come questa) per circa 10 minuti. Non devono abbrustolirsi, e mi raccomando lasciate raffreddare bene su una gratella prima di maneggiarli, altrimenti il rischio sbriciolamento è altisssssimo!

Per la decorazione le alternative sono infinite: in questo caso ho fatto una ghiaccia reale (bianco d’uovo avanzato dalla frolla, si tratta di necessità!) con circa 75g di albume montato con un paio di cucchiaini di succo di limone e 250g di zucchero a velo… è bastata per fare tanti colori (io uso quelli in gel che trovate qui, per la ghiaccia sono ottimi!) e decorare tutti i settordicimila biscotti per i colleghi…

Enjoy!

-M

Natale? Cupcakes!

Chiedo scusa in anticipo a eventuali lettori grinch

Non c’è niente da fare, dall’8 dicembre l’inge si fa prendere dall’atmosfera natalizia. Complici mamma e fidanzato altrettanto matti, sia a casa dell’una che dell’altro regna la massima confusione di luci, palline e decorazioni varie.. ed è una tale gioia! 😀

E’ tradizione, ormai da anni, far partire nel weekend intorno all’Immacolata una produzione forsennata di dolci dolcetti e biscotti, rigorosamente accompagnati da canzoni di Natale (meglio ancora se la compilation di Radio Deejay, con menzione speciale a Natale allo Zenzero :P) e decisamente l’unica occasione in cui l’inge si abbandona a qualche (minimo) virtuosismo decorativo delle dolci creazioni. Con risultati discutibili, a volte, ma giuro che ci metto tutto l’impegno possibile!

IMG_7689

Quest’anno partiamo dal classicissimo cupcake. Per la prima volta, tra l’altro, mi sono lanciata in una produzione di cupcakes red velvet (adattando la ricetta di The Recipe Critic) in versione mini (che i colleghi sono tanti!) con la glassa al formaggio cremoso che tanto mi piace. Decorazioni in pasta di zucchero livello principiante, lo so, ma si fa quel che si può! E che l’atmosfera natalizia sia con voi 😀

IMG_7690

RED VELVET CUPCAKES

Ingredienti per circa 50 mini cupcakes:

  • 350g zucchero
  • 170g burro
  • 3 uova
  • 25g cacao
  • ½ bustina di vanillina
  • colorante in gel rosso q.b.
  • 350ml latticello*
  • un pizzico di sale
  • 400g farina
  • Pizzico di sale
  • ½ cucchiaio aceto di vino bianco
  • 1,5 cucchiaini bicarbonato

Per la glassa:

  • 375g formaggio tipo Philadelphia
  • 80g burro a temperatura ambiente
  • 150g di zucchero a velo (da aumentare se preferite i dolci più “dolci” :P)
  • un cucchiaino di brandy o una punta di essenza di vaniglia

*In assenza del latticello (come nel mio caso) mescolate pari quantità di latte scremato e yogurt magro (in questo caso circa 175ml di entrambi), quindi unite due cucchiaini di succo di limone e lasciate riposare 15-20 minuti

IMG_7683

Mentre il latticello riposa, montate lo zucchero e il burro fino ad ottenere un composto spumoso; unite le uova una ad una e continuate a mescolare con le fruste elettriche. Unite il cacao setacciato con la vanillina, quindi il colorante alimentare (senza esagerare, si può sempre aggiungere). Da parte, unite al latticello un pizzico di sale e aggiungete il tutto all’impasto alternandolo con la farina, fino ad amalgamare il tutto. In ultimo, mescolate in una ciotolina l’aceto con il bicarbonato, quindi aggiungete il composto all’impasto e mescolate.

Infornate nei pirottini da minimuffin in forno preriscaldato a 180°, per circa 10 minuti (as usual, prova stuzzicadenti!). Volendo realizzare dei cupcake di misura “normale”, considerate qualche minuto di cottura in più.

Una volta freddi, preparate la glassa montando tutti gli ingredienti, quindi decorate a piacere!

Enjoy!

-M

CCC – Chocolate Chip Cookies

Sembrava impossibile resistere a queste settimane di lavoro, ma ce l’abbiamo fatta. Quindi, torniamo a parlare di cose serie 😛

Sì, perché chiariamoci, i cookies sono una cosa MOLTO seria. Non siete d’accordo? Non vi sentite profondamente delusi quando adocchiate un bellissimo cookie con gocce di cioccolato, per poi scoprire ad esempio che è estremamente molliccio? O duro come la pietra? O troppo burroso? O dolcissimo? Mi fermo qui perché potrei andare avanti per dieci pagine, e non mi pare il caso.

In poche parole, per me il cookie deve essere la giusta via di mezzo tra crunchy e soft, croccantino all’esterno ma friabile e morbido all’interno, con una bella dose di burro ma senza diventare stucchevole…ok Martina, fermati di nuovo.

In due parole: questi cookies. Per me (dopo un milione e mezzo di tentativi malriusciti di altre combinazioni) sono la combinazione perfetta.

IMG_6958

Provateli! E poi fatemi sapere come va.. 🙂 Continue reading “CCC – Chocolate Chip Cookies”

Zucchini Bread (ma non ditelo a nessuno!)

Mettetevi per un momento nei miei panni, ok? Se anche soltanto guardo una fetta di torta (tipo la carrot cake di cui abbiamo ampiamente parlato) già la sento piazzata sui fianchi. Potete immaginare il mio disappunto quando mi sono stabilita con un personaggio (che ok, incidentalmente sarebbe il mio fidanzato… dettagli insomma) che si nutre di 150g di pasta a pranzo e cena, pur rimanendo in forma?

Aggiungo un piccolo dettaglio: Lui non mangia né frutta, né verdura. Zero. Fate conto che già per la torta di carote ci sono state delle obiezioni.

Allora mi è venuta voglia di fare uno scherzetto…perché non provare a nascondere la verdura in un dolcetto? Con la frutta sarebbe stato troppo facile 😛

Risultato? Più che soddisfacente direi. Le zucchine regalano una super morbidezza, e giuro, non si sentono assolutamente. Per quando avete voglia di un “vizio” cioccolatoso, ma decisamente light!

IMG_6820.JPG

Continue reading “Zucchini Bread (ma non ditelo a nessuno!)”

THE Carrot Cake!

Giusto per farvi capire, questa ricetta è stata uno dei motivi per cui ho deciso di riaprire il blog. Perché sarebbe stato moralmente sbagliato non condividere questa ricetta. Questa è LA carrot cake. Punto. Fine del discorso. Smettete di cercare altrove! Oppure fatelo, ma credetemi, ne ho provate tante, tantissime, e questa è la carrot cake definitiva. Morbida il giusto, non troppo dolce, con una bella dose di glassa, profumatissima… ok, mi sta venendo fame. In poche parole, dovete per forza provarla!

IMG_1429.JPG

Continue reading “THE Carrot Cake!”

Cupcakes autunnali banana e cannella

E si comincia!

Poche parole e tanta sostanza: la prima ricetta fa sempre riferimento alla foto del primo post, quella glassa meravigliosa a cui il mio scarso talento fotografico non ha saputo rendere giustizia…

Ovviamente un dolce, nemmeno a dirlo 😛 E anche se l’ho realizzato qualche settimana fa è perfetto per questi primi giorni di autunno. Uno di quei dolci che lasciano un profumo stupendo di zucchero, di spezie… di casa, insomma.

La ricetta è adattata da Sally’s Baking Addiction, specialmente per quanto riguarda la glassa… ormai quel sito è diventato una sorta di Bibbia per me!

IMG_6763

CUPCAKES ALLA BANANA con GLASSA ALLA CANNELLA

Ingredienti

Per la base (circa 36 mini cupcakes o 18 grandi):

  • 250g farina 00
  • 1 cucchiaino cannella
  • 1 cucchiaino bicarbonato
  • un pizzico di sale
  • ½ bustina di vanillina o (ancora meglio) 1 cucchiaino estratto di vaniglia
  • 3 banane schiacciate o frullate
  • 125g burro morbido
  • 200g zucchero di canna
  • 2 uova intere
  • 150g yogurt bianco intero

Per la glassa:

  • 100g burro
  • 180g zucchero a velo
  • cannella q.b. (almeno un cucchiaino)
  • 250g formaggio fresco spalmabile tipo Philadelphia
  • un pizzico di sale

Preriscaldare il forno a 180°.

In una ciotola, montare il burro morbido con lo zucchero fino a renderlo spumoso. Aggiungere le uova una alla volta, lo yogurt e le banane schiacciate, continuando a mescolare con le fruste elettriche.

Incorporare gli ingredienti secchi, precedentemente mescolati tra loro, fino ad incorporarli completamente. Mescolare il meno possibile, lo stretto necessario per ottenere un impasto senza grumi.

Riempire i pirottini da muffin per circa due terzi, quindi infornare per 12-15 minuti in base alla dimensione dei cupcake (Suggerimento! In alternativa alla prova stecchino, per i cupcake potete verificare la cottura schiacciando leggermente la calottina con un dito: se “risale” subito sono pronti).

IMG_6762

Mentre i cupcake si raffreddano, preparare la glassa: in un pentolino far sciogliere a fuoco basso il burro, quindi lasciare cuocere finché non abbrustolisce leggermente, scurendosi un po’. Fate attenzione, un po’ non vuol dire bruciato 😛 Lasciar raffreddare, quindi mescolare il formaggio fresco con il burro raffreddato, lo zucchero a velo e ABBONDANTE cannella. Assaggiate e valutate se aggiungere zucchero o cannella, in base al vostro gusto.

Glassate i cupcake e… non ditelo a nessuno, ma se resistete qualche ora o ancor meglio tutta la notte il giorno dopo hanno davvero una marcia in più!