The Best Chocolate Mousse… Vegan!

Anche oggi andiamo sul light.

Nah, non è vero.

Però ogni tanto all’inge viene voglia di preparare qualcosina di un po’ più “clean”, o meglio, nutrizionalmente completo rispetto ai soliti dolci…

Questa è una ricetta un tantino datata che però non ho mai avuto occasione di postare. Fondamentalmente si tratta di una finta mousse al cioccolato che si adatta ad essere mangiata da sola o ad essere trasformata nel ripieno di una crostata, è PIENA di nutrienti ed è davvero super super super buona. Se volete ripetere lo scherzetto della volta scorsa, sappiate che funziona anche così 😛

La ricetta è adattata da Minimalist Baker, che è il TOP per le ricette vegan! Perché, non l’ho detto? E’ anche vegan. Ma credetemi, non ha assolutamente da invidiare alle normali mousse al cioccolato…provare per credere!

IMG_6959

Continue reading “The Best Chocolate Mousse… Vegan!”

Zucchini Bread (ma non ditelo a nessuno!)

Mettetevi per un momento nei miei panni, ok? Se anche soltanto guardo una fetta di torta (tipo la carrot cake di cui abbiamo ampiamente parlato) già la sento piazzata sui fianchi. Potete immaginare il mio disappunto quando mi sono stabilita con un personaggio (che ok, incidentalmente sarebbe il mio fidanzato… dettagli insomma) che si nutre di 150g di pasta a pranzo e cena, pur rimanendo in forma?

Aggiungo un piccolo dettaglio: Lui non mangia né frutta, né verdura. Zero. Fate conto che già per la torta di carote ci sono state delle obiezioni.

Allora mi è venuta voglia di fare uno scherzetto…perché non provare a nascondere la verdura in un dolcetto? Con la frutta sarebbe stato troppo facile 😛

Risultato? Più che soddisfacente direi. Le zucchine regalano una super morbidezza, e giuro, non si sentono assolutamente. Per quando avete voglia di un “vizio” cioccolatoso, ma decisamente light!

IMG_6820.JPG

Continue reading “Zucchini Bread (ma non ditelo a nessuno!)”

THE Carrot Cake!

Giusto per farvi capire, questa ricetta è stata uno dei motivi per cui ho deciso di riaprire il blog. Perché sarebbe stato moralmente sbagliato non condividere questa ricetta. Questa è LA carrot cake. Punto. Fine del discorso. Smettete di cercare altrove! Oppure fatelo, ma credetemi, ne ho provate tante, tantissime, e questa è la carrot cake definitiva. Morbida il giusto, non troppo dolce, con una bella dose di glassa, profumatissima… ok, mi sta venendo fame. In poche parole, dovete per forza provarla!

IMG_1429.JPG

Continue reading “THE Carrot Cake!”

Rose di mele e sfoglia

Chi non muore si rivede…ma quante volte l’ho già scritto in questo blog? Si capisce che non sono Miss costanza, diciamo.

In ogni caso, complici un po’ di richieste di amici e colleghi, sono tornata qui. Per quanto non si sa! Quando capiterà di mettere una ricetta, capiterà, facciamo così 😉

Le ricette da condividere sarebbero un sacco, ma con cosa si inizia?
Partiamo dal semplice semplice ai limiti del ridicolo, dai. La vedete quella sfoglia abbandonata sul fondo del frigo? Bene, prendetela. Scendete un secondo dal fruttivendolo e chiedetegli due mele, magari rosse. Fatto? (Art Attack nell’anima…). Se avete in casa un po’ di confettura di albicocche tanto meglio, altrimenti va bene qualsiasi altro tipo, o miele. Tutto qui. Proprio così, tutto qui! Però fanno un bellissimo effetto, promesso. Così qualcuno non mi dirà più che le mie ricette non riescono 😛



ROSE DI SFOGLIA E MELE

INGREDIENTI (per 10 rose):
  •         2 rotoli di sfoglia rettangolare (ma anche quella rotonda va benissimo)
  •         2 mele grandi
  •         Qualche cucchiaino di confettura di albicocca
  •         Mezzo limone spremuto
  •         Un cucchiaio di zucchero

Mettere in un pentolino circa 3 bicchieri d’acqua, il limone e lo zucchero e portare lentamente a bollore. Tagliare le mele a metà, eliminare il torsolo da entrambe le parti e tagliare perpendicolarmente all’incisione del torsolo stesso, cercando di fare fettine molto molto sottili. Per rimanere in tema di attualità, più saranno sottili più le rose saranno “petalose”. Cuocere le fettine per un minuto (un minuto davvero!) nello sciroppo caldo, subito dopo averle tagliate, così da ammorbidirle e non farle annerire. A mano a mano che sono pronte, scolarle con una schiumarola e adagiarle in un piatto a raffreddare.
Ricavare dalla pasta sfoglia 5 strisce, tagliando parallelamente al lato corto del foglio. Stemperare la confettura con un goccio d’acqua, quindi spennellare il composto sulla parte centrale delle strisce, senza esagerare con le quantità. Posare le fettine di mela lungo un lato delle strisce, in modo tale che la parte con la buccia rimanga esterna e “spunti” di qualche millimetro. Se le fette sono sottili, sovrapporle leggermente per dare più consistenza alla rosa. Richiudere la striscia su se stessa in modo tale che rimanga visibile soltanto la parte ricurva delle fettine di mela, quindi chiudere gli estremi con le dita e arrotolare la striscia su se stessa. Se avete una teglia da muffin, inserite le rose così ottenute negli alloggiamenti dei muffin, così sarà più semplice far loro mantenere la forma, altrimenti va bene la classica placca foderata di carta da forno.
Infornate a 180° per circa 20 minuti, o finché non risulteranno abbastanza colorite.
Lasciate raffreddare, spolverate con un po’ di zucchero a velo e servite.

(Ci vuole moooolto di più a spiegare come farle che a prepararle effettivamente, giuro!)

Speculoos cheesecake..e la "mia" salsa mou!

Ci sono alcune ricette che quando le prepari ti rendi già conto che saranno dei masterpiece. Certo, mettere insieme “cheesecake” e “speculoos” odora già di capolavoro. In più ci metti l’anima per preparare una sottospecie di mou che ti impazzisce due volte prima di trovare le quantità e le temperature giuste…e infatti la soddisfazione arriva quando sia gli amici che la family (pure il fratello, sempre un po’ scettico se si parla di roba speziata come gli speculoos) si scofanano l’intero capolavoro in un batter d’occhio…vabè, pochi discorsi, che cheesecake sia!
INGREDIENTI (per una teglia apribile di 23 cm di diametro)

  • 250 g di biscotti speculoos
  • 70 g burro fuso
  • 100 ml di panna fresca
  • 500 g di formaggio cremoso (meglio del Philadelphia non c’è niente!)
  • 125 g zucchero a velo
  • i semini di una bacca di vaniglia
  • 12 g gelatina in fogli
Per il mou:
  • 200 g zucchero
  • 100 ml panna fresca
  • 1/2 bicchiere scarso di acqua
Prima di tutto preparate il mou: in un pentolino con il fondo bello spesso, mettete lo zucchero e l’acqua. Fate scaldare a fuoco medio-basso senza mescolare, al massimo roteate il pentolino se vi sembra che ci sia dello zucchero sui bordi. Quando inizierà a scurirsi, tenetelo d’occhio perché non bruci, mescolate e lasciate cuocere finché non sarà bello colorato. Nel frattempo, scaldate la panna senza farla bollire, quindi quando il caramello vi sembra pronto toglietelo dal fuoco e aggiungete la panna mescolando bene e velocemente, attenzione perché se la panna non è calda o non mescolate bene viene fuori un pasticcio (lo dico per esperienza…..). Una volta che tutto sarà ben amalgamato lasciate raffreddare completamente. 
Suggerimento: se pensate di usarlo, preparatene di più, si conserva bene nei barattoli della marmellata!

E ora la cheesecake: frullate i biscotti per ottenere una sabbiolina, aggiungete il burro e mescolate. Mettete un foglio ritagliato con la forma giusta sul fondo della teglia, quindi coprite con i biscotti sbriciolati e schiacciate bene con le mani: il fondo dovrà essere bello spesso, gli speculoos devono sentirsi tanto mangiando la cheesecake. Una volta preparata la base, mettetela in frigorifero.
Per la crema, ammollate la gelatina in una ciotola di acqua fredda, quindi quando sarà morbida strizzatela e scioglietela in un cucchiaio di panna scaldata, quindi lasciate raffreddare. Montate il resto della panna, e aggiungetela al Philadelphia che avrete ammorbidito con un cucchiaio e mescolato con lo zucchero a velo e i semini di vaniglia. Unite anche la gelatina sciolta e amalgamate fino a ottenere una crema bella liscia.
Versate sul fondo di biscotti e rimettete in frigorifero per almeno due-tre ore.
Quando sarà bella soda, coprite o decorate (a seconda di quanto dolce la preferite) con la salsa mou, e servite dopo averla lasciata fuori dal frigo almeno una quindicina di minuti.

– ENGLISH VERSION –

SPECULOOS CHEESECAKE WITH CARAMEL SAUCE
INGREDIENTS:
  • 250 g speculoos biscuits
  • 70 g butter, melted
  • 125 g icing sugar
  • 100 ml double cream, whipped
  • 500 g cream cheese
  • 1 tsp vanilla extract
  • 12 g jelly (in layers)
for the caramel sauce:
  • 200 g granulated sugar
  • 1/2 a glass of water
  • 100 ml double cream
First, prepare the sauce: put the granulated sugar and the water in a pan, and let it heat gently without stirring. In the meantime, heat the cream. When the sugar mixture turns darker, stir until it becomes a golden caramel, then remove from the heat and add the heated cream, stirring (be careful, it’s the most difficult part of the preparation, if the cream is not hot enough or you don’t go on stirring, the mixture will become solid and won’t be useful anymore). When you’ll have obtained a smooth sauce, slightly lighter-coloured than caramel, let it cool down.
For the cheesecake base, crush the biscuits in fine crumbs and add the melted butter, you should obtain a mixture with the consistence of wet sand. Transfer the mixture in a cake tin covered with baking paper, and press well on the base with your hands or the back of a spoon (you should obtain a thick base, speculoos biscuits have a leading role in the recipe!), then put the tin in the fridge.
In a bowl, soften the cheese mixing it with the icing sugar, then add the vanilla extract. Soften the jelly layers in a bit of cold water, then squeeze it and melt it in a bit of heated cream (or milk). Let it cool down and add it to the cheese mixture, then add the whipped cream and mix well to obtain a very smooth cream.
Pour the cream on the biscuit base, and put in the fridge for at least 2-3 hours. Before serving, add the caramel sauce.

Crostata integrale fichi e noci

C’è poco da fare, io e la frolla integrale andiamo a nozze. Perché è più saporita, rimane bella croccante, e in più non è pallida pallida come la frolla fatta con la farina bianca. Mettiamoci pure che ti fa sentire un po’ meno in colpa perché sembra più sana…poi con la marmellata di fichi della nonna…c’è altro da dire?
INGREDIENTI (per una teglia di 23 cm di diametro)
per la frolla:
  • 300 g farina integrale
  • 125 g zucchero a velo 
  • 150 g burro (freddo!)
  • la scorza di un limone
  • un uovo intero e un tuorlo
  • un pizzico di sale
per la farcitura:
  • confettura di fichi q.b. (a seconda di quanto ricca la preferite)
  • 100 g noci sgusciate
Per preparare la frolla, unite farina e zucchero a velo, aggiungete il burro freddo tagliato a tocchetti e impastate con la punta delle dita fino a ottenere delle piccole briciole. Aggiungete le uova, un pizzico di sale e la scorza del limone, quindi impastate velocemente. Appena sarà tutto amalgamato, formate una palla e riponetela in frigo avvolta nella pellicola per almeno una mezz’ora.
Ricoprite la teglia con della carta da forno, quindi stendete la pasta che si sarà raffreddata e mettetela nella teglia (conservate la pasta in eccesso, servirà per decorare!). Coprite la base con un altro foglio di carta da forno, aggiungete dei fagioli secchi (io uso spesso il riso in mancanza di questi) e infornate per una decina di minuti a 190°. In questo modo anche con la marmellata la crostata rimarrà più croccante.
Una volta sfornata la base, rimuovete fagioli e carta e farcite con la confettura e le noci sbriciolate grossolanamente, quindi decorate con i ritagli di pasta (strisce, forme varie, quello che preferite) e infornate nuovamente a 180-190° per una mezz’ora, o comunque finché le decorazioni sulla superficie non appariranno cotte.
Lasciate raffreddare completamente, spolverate di zucchero a velo e servite.

Con questa ricetta partecipo al contest di Il gatto ghiotto, “Dans la croyance” in collaborazione con Salter!
– ENGLISH VERSION –

WHOLEWHEAT TART WITH WALNUTS AND HOMEMADE FIGUE JAM

INGREDIENTS:
  • 300 g wholewheat flour
  • 125 g icing sugar
  • 150 g unsalted butter (cold!)
  • the zest of one lemon
  • a pinch of salt
  • an egg and a yolk
  • figue jam (as much as you like)
  • 100 g walnuts, chopped

Mix the flour and the icing sugar. Add the butter cut into small pieces and knead with your fingertips (so that the dough doesn’t get warm) obtaining small crumbles. Add the eggs, the salt and the lemon zest, and knead a bit more to put everything together. Make a ball with the dough and wrap it with plastic film, then put in the fridge for at least half an hour. When ready, make a layer around 1/2 cm thick and put it in the tray where you should have already put a layer of baking paper. Cut the excess of dough (but keep it for the decorations!) and put on the dough another layer of baking paper and some dried beans or some rice, then put in the oven for 10 minutes, temperature 190°C. When ready, remove the beans and the second layer of paper, then fill your crust with figue jam and walnuts. Decorate with the remaining dough (with stripes or the shapes you like) and bake for another half an hour, or until the crust looks crunchy.
Let it cool completely, add some icing sugar and serve.